RdO/TD e acquisti diretti in MePA

Lo strumento open-consip è stato aggiornato con nuovi dataset riguardanti acquisti e negoziazioni

Recentemente MEF e CONSIP hanno messo a disposizione nuovi dataset riguardanti gli acquisti e le negoziazioni che avvengono nell'ambito della Centrale di Committenza Nazionale. CONSIP è un acronimo e sta per Concessionaria Servizi Informativi Pubblici; essa è la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana e il suo azionista unico è il ministero dell'Economia e delle Finanza (MEF).

Riporto con molto piacere il testo richiamato dalla homepage del portale che mette a disposizione di tutti gli opendata dati.consip.it:

Il potenziale delle informazioni sta nella loro circolazione e utilizzo, per questo devono essere Open. Il MEF e Consip, nel ruolo di Centrale di Committenza Nazionale, rendono disponibili i dati del Programma allo scopo di comunicare alla collettività l’impegno volto alla razionalizzazione della spesa pubblica, favorire la collaborazione e l’intelligenza collettiva in ottica di sviluppo del mercato, fare rete con soggetti pubblici e privati per aggregare proposte e promuovere nuovi servizi e opportunità di business.

Cogliendo la proposta di favorire la "circolazione e l'utilizzo" dei dati CONSIP ho implementato due nuove sezioni in open-consip:

Beni e servizi richiesti dalla PA tramite RdO/TD (richiesta d'offerta/trattativa diretta) in MePA

La sezione dedicata all'analisi dei dati relativi ai beni e servizi richiesti dalla PA tramite RdO/TD (richiesta d'offerta/trattativa diretta) in MePA mostra anno per anno la distribuzione su base regionale delle richieste. Lo strumento è diviso in 2 macro categorie, le richieste d'offerta e le trattative dirette.

Richieste d'offerta

Vi parlo di questo strumento proponendovi un esempio di utilizzo. Per il 2017 ultimo anno con i dati "completi", le richieste d'offerta vedono la Regione Lazio guidare la classifica con oltre 35000 negoziazioni. Seguono la Lombardia con 22735 e la Campania con circa 21822 negoziazioni. In fondo troviamo 3 regioni geograficamente piccole e con pochi abitanti: Basilicata, Valle d'Aosta ed infine Molise.

Per ogni regione è possibile entrare nel dettaglio delle richieste d'offerta. Per esempio per il Lazio le categorie merceologiche delle oltre 35mila negoziazioni sono elencate in questa pagina: RdO Beni e Servizi - Lazio 2017. L'informatica ed i relativi servizi fanno la parte del leone, segue il settore cancelleria e al terzo posto la Sanità.

Per chi desidera approfondire ancora cliccando sui link delle categorie di beni e servizi si accede ad una pagina che illustra quali amministrazioni hanno bandito le richieste d'offerta. Per esempio per la Regione Lazio nel 2017, per i servizi informatici e di macchine per l'ufficio, la distribuzione delle amministrazioni ordinanti si può osservare da questa pagina: richiesta d'offerta per "informatica, elettronica, telecomunicazioni e macchine per ufficio" tramite MePA dalla Regione LAZIO, anno 2017.

esempio beni e servizi mepa

 

Trattative dirette

Analogamente a quanto visto per le richieste d'offerta, lo strumento permette di osservare le amministrazioni che più usano il metodo delle "trattative dirette" per rifornirsi di beni e servizi. Analizzando il 2017, riordinando la tabella per numero di negoziazioni (basta cliccare sulla intestazione) vediamo che il Lazio è nuovamente in testa seguito però stavolta dalla Regione Veneto e poi dall'Emilia Romagna. Lo strumento permette di approfondire le analisi, ad esempio per la Regione Veneto i beni e servizi sottoposti a trattativa diretta sono elencati in questa pagina: si vede come sia il settore della sanità a mostrare il maggior numero di negoziazioni per trattativa diretta. Proseguendo con l'esplorazione dei dati, da questa pagina si può ottenere il dettaglio delle amministrazioni che hanno bandito per trattativa diretta nel settore sanità della Regione Veneto (2017).

Ordini diretti di acquisto su MePA

Questa sezione di open-consip consente di indagare quali sono gli ordini diretti di acquisto avvenuti su MePA. I dati possono essere analizzati suddividendo gli ordini diretti per regioni oppure per tipologia di amministrazione.

Molto interessanti sono le treemap che si generano automaticamente capaci di mostrare in un colpo d'occhio le Regioni italiane oppure le amministrazioni che per una determinata categoria di beni e servizi hanno fatto più o meno ordini di acquisto diretti.

Ad esempio per il 2017, prendendo il "ramo di analisi per regioni", cliccando sulla Regione Lazio che è la seconda regione per valore economico si scopre che sono i "Ministeri e le Agenzie Fiscali" le amministrazioni che più ricorrono agli ordini diretti di acquisto. Per la Regione Lombardia, regione che nel 2017 è al primo posto per ordini diretti, sono i Comuni a rappresentare le amministrazioni che più ricorrono a questo metodo.

treemap ordini diretti acquisto mepa

 

Le analisi si possono fare anche seguendo il "ramo per tipologia di amministrazioni" capace di rispondere a domande del tipo "in quali Regioni italiane ci sono più ordini diretti di acquisto per le amministrazioni di tipo provincia"? La risposta è "in Emilia Romagna" e si può osservare la distribuzione da questa pagina: ordini diretti di acquisto anno 2017 per amministrazioni "provincia".

ordini diretti delle province

 

Divertitevi ad utilizzare le nuove sezioni di open-consip e se scoprire qualche errore oppure delle curiosità che meritano di essere evidenziate fatemelo sapere.


Commenti