Opendata, web e dolomiti

Elettrodotto Calabria - Sicilia ed effetto sul PUN

Impatto sul Prezzo Unico Nazionale (PUN) dell'energia elettrica causato dalla messa in funzione dell'elettrodotto tra Calabria e Sicilia

L'energia elettrica prodotta dalle centrali e dai piccoli produttori (lato offerta) viene venduta nella borsa elettrica italiana (IPEX, Italian Power Exchange), la quale è il mercato italiano all'ingrosso dell'energia elettrica. I consumatori (lato domanda) acquistano l'energia per se stessi o per rivenderla a terzi ad un prezzo che varia continuamente (come accade nei meccanismi di mercato). La Borsa Elettrica non è un mercato obbligatorio quindi le parti possono concludere contratti di compravendita anche esternamente alla piattaforma tramite i contratti bilaterali.

Poichè la gestione del sistema elettrico italiano è estremamente complessa il mercato si svolge in più "sessioni di mercato" e una delle più importanti e rilevanti in termini di volumi scambiati è il Mercato del Giorno Prima (MGP), dove con un giorno di anticipo rispetto alla consegna dell’elettricità si presentano le offerte per acquistare e vendere l’energia per ogni ora del giorno seguente.

Nel Mercato del Giorno Prima:

  • il prezzo di vendita dell'energia nella borsa è differenziato in base alla zona (prezzo zonale),
  • le offerte di acquisto sono invece valorizzate ad un prezzo unico nazionale di acquisto: il PUN (Prezzo Unico Nazionale), che corrisponde semplicemente alla media dei prezzi di vendita zonali, pesata con gli acquisti totali.

E' possibile controllare il valore del PUN e del prezzo di vendita zonale, ora per ora grazie ai dati forniti dal sito Gestore dei MercatiEnergetici GME. Gli andamenti del PUN e dei prezzi zonali oltre ad essere soggetti a una parte di profitto per gli imprenditori, sono profondamente legati ai vincoli infrastrutturali ovvero alla capacità di "trasportare" l'energia prodotta in una zona presso i consumatori di un'altra zona. Uno dei vincoli più critici in Italia era fino a maggio del 2016 il collegamento tra l'isola della Sicilia con la terraferma (Calabria). Uno dei mercati elettrici zonali è quello siciliano nel quale il prezzo medio sul mercato elettrico guardando le serie storiche (qui trovi i dati dal 2005 in poi: open PUN), è stato sempre più alto di quello medio sulla borsa elettrica italiana (PUN medio).

E dopo il 28 maggio 2016 che è successo? Il nuovo elettrodotto ha modificato le tendenze dei prezzi del mercato elettrico siciliano e nazionale?

Il collegamento tra Sicilia e Calabria

La nuova linea Sorgente-Rizziconi firmata Terna è stata inaugurata il 28 maggio 2016. L'infrastruttura è costata circa 700 milioni di euro e consentirà di tagliare, secondo le stime del 2016, circa 600 milioni dalla bolletta elettrica all'anno. L'opera utilizzando il più lungo cavo sottomarino al mondo (a maggio 2016) trasporta corrente alternata a 380 kV, con una capacità fino a 1.110 MW.

Sul lato Siciliano del collegamento, a Sorgente e Villafranca, così come in Calabria, a Scilla e Rizziconi, saranno attive ben 4 stazioni elettriche e nuove infrastrutture, tra cui il più profondo pozzo verticale scavato dentro la montagna e il più lungo tunnel orizzontale per cavi ad Alta tensione, opere tecnologicamente avanzate mai realizzate fin ora.

I risparmi attesi derivano dal fatto di consentire alla Sicilia di esportare ed importare con il resto d'Italia una quantità di energia elettrica maggiore. Il risultato atteso è un livellamento dei suoi prezzi all’ingrosso sul mercato elettrico verso il PUN (mentre storicamente erano molto più alti della media italiana per una varietà di fattori infrastrutturali).

La storia del PUN e gli effetti dell'elettrodotto Sorgente - Rizziconi

Osservando i dati si possono fare alcune interessanti osservazioni. Non entro nel merito "del perchè" di tali andamenti poichè non sono un esperto di mercati elettrici o di generazione e trasporto dell'energia elettrica.

Scorrendo le medie aritmentiche del PUN per i vari anni si osserva piuttosto chiaramente che storicamente i prezzi sicialiani sono stati di gran lunga superiori al PUN. Per esempio di seguito riporto i PUN medi aritmentici mensili per gli anni 2013, 2014 e 2015. Si vede come i valori del PUN della zona siciliana ad esclusione del luglio 2015 siano sempre sensibilmente più alti del PUN e degli altri prezzi zonali, Sardegna compresa.

dati storici pun media aritmetica

 

Ci sono stati giorni nei quali il differenziale di prezzo tra la zona Siciliana e il resto d'Italia ha raggiunto livelli motlo elevati. Per esempio il giorno 9 agosto 2014 la differenza tra il Prezzo Unico Nazionale e quello Siciliano alle ore 18 è stato di quasi 100 €/MWh! E ci sono giorni in cui la differenza è stata anche maggiore.

differenza PUN e prezzo sicilia

 

Andiamo a osservare cosa è accaduto nel 2016, anno in cui è entrato in funzione il collegamento Sorgente-Rizziconi. Di seguito viene riportato l'andamento della media aritmetica del PUN per l'anno 2016.

L'entrata in esercizio dell'elettrodotto non ha avuto un effetto immediato sul mercato elettrico. Nei primi 3 mesi dopo l'entrata in funzione dell'elettrodotto i prezzi al MWh del mercato siciliano sono rimasti ancora sensibilmente più elevati rispetto a quelli del PUN. Tale comportamento non era inatteso e deriva dal fatto che la nuova infrastruttura ha necessitato di regolazioni e di interventi tecnici piuttosto complessi che hanno richiesto del tempo. Il PUN siciliano è rimasto superiore a quello nazionale fino a settembre 2016. Nei tre mesi successivi, a partire da ottobre 2016, la situazione si è desicamente invertita: dalla figura seguente si vede chiaramente come recentimente il PUN siciliano si sia attestato a dei livelli inferiori a quelli del prezzo unico nazionale.

effetti elettrodotto

 

Sarà interessante seguire con attenzione l'evoluzione per il 2017 per osservare gli effetti del nuovo elettrodotto durante tutte e 4 le stagioni soprattutto per l'estate (e basterà seguire i grafici generati in "open-PUN".


Commenti