Croda Negra con gli sci


La salita con gli sci e le pelli di foca a Punta Gallina della Croda Negra è una bella gita scialpinistica di mezza giornata ideale per godere appieno dei panorami dolomiti offerti dalla Conca Ampezzana e dall'Alto Agordino.

Traccia Punta Gallina
Il percorso di salita a Punta Gallina di Croda Negra visto dalle piste del Lagazuoi.

Si può partire dal Passo Falzarego (quota 2015 m slm), oppure dai parcheggi del Col Gallina (a quota 2055 m slm) o anche da quelli di Bai de Dones (1889 m slm) dove ci sono gli impianti di risalita delle Cinque Torri - Cortina d'Ampezzo.

Canalino di accesso
Il canalino che permette l'accesso alla parte superiore della Croda Negra.

La salita nella prima parte è molto soleggiata e "libera". Ovunque si lasci l'auto dapprima è necessario portarsi sotto la parete Est della Croda Negra, l'unica che ammette un accesso alla vetta fattibile quasi interamente fattibile sci ai piedi.

Giunti ai piedi della parete si sale con stretti zig-zag fino ad un evidente canalino (nei pressi del passaggio del sentiero estivo) che rappresenta il modo più intuitivo (ma non facile) per salire sulla schiena della Croda Negra. Il canalino si può superare sci in spalla facendo una scaletta nella neve (quando le condizioni lo permettono). Se c'è molta neve e le condizioni di sicurezza lo permettono si può risalire "scalettando nella neve" uno dei canalini che si possono eventualmente fare in discesa. Se c'è poca neve è necessario arrampicare per le facili roccette facendo attenzione a non scivolare.

Raggiunta "la schiena" della Croda Negra la parte finale della gita è un'aerea "passeggiata" tra alcuni dei più entusiasmanti panorami dolomitici.

Raggunta la vetta a 2516 m slm consiglio di fare una lunga sosta per ammirare Averau, Cinque Torri, Tofana di Rozes, Lagazuoi, Civetta, Pelmo e molti altri colossi dolomitici. Per gli amanti dei panorami Punta Gallina dà il meglio di se al tramonto.

Tofana di Rozes
Tramonto sulla Tofana di Rozes visto dalla Croda Negra.

La discesa avviene per la via di salita. In caso di abbondante innevamento in corrispondenza della parete rocciosa anzichè togliere gli sci i più bravi e preparati possono sciare uno dei brevi e ripidi canalini che danno sui pendii sottostanti. La discesa prosegue fino a incrociare le piste da sci.

In zona ci sono altre belle gite scialpinismo da "mezza giornata" che si possono fare anche a stagione inoltrata. Una tra le più interessanti è la salita al Rifugio Nuvolau partendo dal parcheggio impianti di Bai de Dones oppure, quando la stagione invernale è oramai chiusa, risalire al Rifugio Lagauoi risalendo la pista da sci.


Galleria 9 foto


Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Croda Negra.

640+1