Scialpinismo al Rifugio Auronzo


La salita al Rifugio Auronzo (2320 m slm) partendo dai parcheggi nei pressi di Malga Rin Bianco è perfetta per chi sta muovendo i primi passi con lo scialpinismo.

Rifugio Auronzo
Il Rifugio Auronzo ed il maestoso panorama dolomitico che gli fa da cornice.

Si sale per una comoda stradina con neve battuta, larga alcuni metri che ripercorre quella che in estate è la famosa strada di accesso per le "Tre Cime di Lavaredo".

Stradina della salita
La facile stradina con neve battuta che porta al Rifugio Auronzo.

Tutta la salita non presenta alcuna difficoltà, sono assenti le inversioni ma chi lo desidera allenarsi può fare "dei tagli" tra un tornante e l'altro. Fino a circa 2100 m slm la stradina è immersa nel bosco, poi si sale per campo aperto con i panorami che vanno via via aprendosi e diventando sempre più maestosi ad ogni passo. Attenzione che nella parte immersa nel bosco alcune zone sono soggette al rischio valanga (segnalato da cartelli).

Il panorama e l'ambiente non ha bisogno di presentazioni. Siamo nel cuore delle Dolomiti, nei pressi di alcune delle cime "più estetiche" di tutto il mondo: Cadini di Misurina, Cristallo, Tre Cime di Lavaredo, Croda dei Toni e Dolomiti di Sesto. L'ambiente dà il meglio di se al tramonto quando le pareti "prendono fuoco" grazie all'Enrosadira.

Rifugio Auronzo al tramonto
Il Rifugio Auronzo e la Croda dei Toni al tramonto, Dolomiti.
Tanta neve
La zona solitamente è sempre piena di neve, anche fino a maggio inoltrato.

La discesa può avvenire seguendo fedelmente la strada con la neve battuta (opzione più sicura ma meno divertente) oppure interpretare il terreno cercando i pendi con la neve migliore, polverosa, facile e profonda. Restando alti sotto i pendi del monte Campedelle (Vallon del Cadin di Longeres) si riescono a trovare bei fazzoletti di powder. Attenzione però a non sottovalutare mai i pericoli che lo scialpinismo porta con se. Soprattutto quando si trova bella neve leggera e veloce, non farsi prendere la mano: bisogna sempre tenere a mente dove è l'auto ed evitare di finire in tratti di bosco troppo ripido o con salti di roccia non sciabili.

Altre possibilità: un volta in quota è possibile continuare la gita proseguendo verso il Rifugio Lavaredo e Rifugio Locatelli oppure dirigersi verso la Forcella Col di Mezzo prestando attenzione alla stabilità della neve. I più preparati possono compiere il giro intero delle Tre Cime di Lavaredo. Gli alpinisti più esperti si possono cimentare sulla salia delle forcelle che dividono le Cime.

Tramonto sui Cadini
Foto panoramica con tramonto sui Cadini di Misurina ripresa nei pressi della Forcella Col de Mezzo.

Informazioni

  • Il rifugio Auronzo non è generalmente aperto in inverno se non sotto le feste natalizie ed in altre occasioni particolari. Quando aperto per facilitare le persone meno allenate o con qualche acciacco fisico è disponibile un comodo servizio di trasporto con la motoslitta.
  • Se la strada fino a Malga Rin Bianco non fosse aperta o non ci fosse sufficiente parcheggio si dovrà lasciare l'auto nei pressi del Lago d'Antorno allungando la gita di alcuni chilometri che si traducono in un'oretta in più di passeggiata con gli sci.
  • Se Malga Rin Bianco è aperta è possibile pranzare/cenare o fare uno spuntino: ottima cucina con prodotti tipici locali.

Galleria 14 foto


Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Rifugio Auronzo con gli sci.

378+1