opendata, trasparenza e analisi dati

Motore ricerca codici vocabolario comune appalti pubblici

Inserisci il testo oppure il codice CPV del termine nel vocabolario comune per gli appalti pubblici CPV (Common Procurement Vocabulary) che vuoi ricercare.

tipo di ricerca

Scrivi le iniziali, il codice o qualche lettera del bene, opera, servizio o codice CPV di interesse nello spazio apposito.

tutti i codici cpv

Il CPV: il vocabolario comune per gli appalti

Il CPV mira a standardizzare, mediante un unico sistema di classificazione per gli appalti pubblici, i termini utilizzati daamministrazioni aggiudicatrici ed enti aggiudicatori per descrivere l'oggetto dei contratti, offrendo così uno strumento adeguato ai potenziali utenti (le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori, i candidati o gli offerenti nell'ambito di una procedura di aggiudicazione dei contratti).

Il CPV attuale si compone di un vocabolario principale e di un vocabolario supplementare, entrambi disponibili nelle 22 lingue ufficiali dell'UE. Il vocabolario principale attualmente conta circa 9454 termini, che comprendono beni, opere e servizi usati solitamente negli appalti.

La struttura è composta da un codice di nove cifre, l'ultima delle quali è una cifra di controllo. La prime due cifre formano un blocco, per poter contenere 99 divisioni, e ognuna delle sei cifre successive rappresenta un livello di classificazione. Alla fine del codice sono collocati degli zeri, eccezion fatta per le prime due cifre; gli zeri indicano il livello di precisione del codice (quanto maggiore è il numero degli zeri, tanto più generico è il codice). Se un determinato livello di classificazione non è ulteriormente suddiviso, uno “0” viene collocato nella posizione del livello più preciso successivo.

Il vocabolario supplementare ha lo scopo di aiutare gli enti aggiudicatori a descrivere l’oggetto del contratto in maniera più esaustiva. Esso comprende due lettere (la prima definisce la sezione come i prodotti, la seconda definisce il gruppo), due cifre che definiscono gli attributi, e una cifra di controllo.

  • Le prime due cifre identificano le divisioni (XX000000-Y);
  • Le prime tre cifre identificano i gruppi (XXX00000-Y);
  • Le prime quattro cifre identificano le classi (XXXX0000-Y);
  • Le prime cinque cifre identificano le categorie (XXXXX000-Y);

Ciascuna delle tre ultime cifre fornisce un grado di precisione supplementare all'interno di ogni categoria.

Fonte dei dati per il motore di ricerca dei codici CPV: pagina SIMAP.

Come si compila un bando di gara con i CPV? Le amministrazioni aggiudicatrici devono individuare il codice più aderente possibile all'acquisto che intendono effettuare. Può accadere che si debbano selezionare vari codici, in tal caso è importante scegliere un solo codice per il titolo del bando di gara. Se il livello di precisione del CPV non fosse sufficiente, si dovrà fare riferimento alla divisione, gruppo, classe o categoria che meglio descrive l'acquisto che s'intende effettuare: un codice più generale riconoscibile per il numero più elevato di zeri.

open-ted cpv