Selvaggia e insolita escursione nel mondo


Il Boale della Lorda è un itinerario poco conosciuto e non segnalato che permette di raggiungere la galleria d'Havet in Pasubio risalendo un ampio e faticoso vallone.

Non vi è un vero e proprio sentiero ma si sale "ad intuito" e come molti altri itinerari del Pasubio non è più segnalato (sinceramente non so se sia mai stato tracciato e mantenuto).

Boale della Lorda
Parte alta del Boale della Lorda in Pasubio.

Si può lasciare l’auto presso il Rifugio Balasso oppure più in quota al Passo Pian delle Fugazze. In entrambi i casi a pochi metri dai parcheggi parte il sentiero numero 300 che si dirige verso la Val Canali.

Si prosegue per qualche decina di minuti fino a trovare sulla sinistra una grande scarica di sassi ovvero uno dei tipici ghiaioni che scendono dalla montagna.

Individuato il ghiaione corretto si capisce si da subito quanta fatica si dovrà fare per risalire il Boale della lorda. Per individuare il ghiaione corretto consiglio di farsi aiutare dalla traccia GPS.

Inizio salita
Inizio salita per il Boale della Lorda.

La prima parte sale ripida su un terreno poco agevole: osservando e interpretando per bene il terreno è possibile salire andando a mettere i piedi dove il passaggio di persone (poche) o di animali ha reso il suolo più compatto.

Si continua a salire seguendo l’evidente canalone fino a raggiungere un bivio: consiglio di tenere la parte di destra che porta al Boale della Lorda. Se si preferisce risalire la prima parte di quello di sinistra sappiate che poi dovete fare un traverso verso destra.

Boale della Lorda
Risalendo il Boale della Lorda in Pasubio.

Si continua a salire faticosamente alternando passaggi su torrenti in cui l'avanzamento è molto divertente a tratti in cui è necessario risalire ghiaioni instabili nei quali la fatica è esagerata (2 passi in avanti e tre indietro).

Boale della Lorda
Il magnifico canalone del Boale della Lorda.

Con una certa fatica si raggiunge la parte finale nella quale, tenendosi sulla destra salendo, si sbuca nei pressi del Colletto Alto di Fieno. A questo punto il panorama finalmente si apre anche su "Le porte del Pasubio", sulla Val canali e sulla parte Trentina del Pasubio.

Pasubio dal Colletto di Fieno
Panoramica sul Pasubio dal Colletto Alto di Fieno.

Scendendo di qualche metro dallo spartiacque si raggiunge la Strada degli Eroi che sale da passo Pian delle Fugazze che porta fino al Rifugio Papa. Da questo punto in poi l’escursione diventa una facile passeggiata che in un ambiente maestoso.

Strada degli Eroi in Pasubio
La bellissima Strada degli Eroi in Pasubio.

Per il ritorno alla macchina consiglio di scendere per la bellissima Val canali percorrendo il sentiero 300.

Val Canali
La Val Canali del Pasubio vista dal sentiero 300.

Questa escursione che permette di risalire il Boale della lorda, come molte altre escursioni selvagge in Pasubio, non è da sottovalutare sia per le difficoltà alpinistiche che per le difficoltà fisiche.

Da ricordare che sono sentieri non più segnalati nelle cartine, ricchi di fascino, pericoli e storia in cui è raro trovare altre persone che si avventurano.

Boale della Lorda traccia
Traccia su Google Earth della escursione con salita del Boale della Lorda (nel cerchio) in Pasubio.

Galleria 18 foto


Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Boale della Lorda.

21+1